LESSICO NUMISMATICO
&
SCALA MONETAZIONE

 

 

LESSICO NUMISMATICO

Bordo - margine esterno della moneta.

Conio - stampo usato per la coniazione della moneta.

Contorno - parte circolare esterna della moneta, che può essere liscio, rigato o recare incisi scritte, simboli o altro.

Destra - parte della moneta che corrisponde alla destra di chi guarda la moneta stessa.

Diritto (D) - lato principale della moneta. In genere reca l’effige del sovrano o i simboli dell’autorità emittente.

Esergo - parte inferiore della moneta nella quale di norma trova spazio l’anno di emissione, il valore, i segni di zecca.

Legenda - iscrizioni sulle due facce della moneta.

Modulo - diametro della moneta in millimetri.

PROOF - termine inglese che equivale al nostro FS (Fondo Specchio).

Rovescio (R) - lato opposto al diritto,nel quale di solito è indicato il valore.

Segno di Zecca - scritta o simbolo che indica la zecca in cui la moneta è stata battuta. In alcune monete non è presente.

Sinistra - parte della moneta che corrisponde alla sinistra di chi guarda la moneta stessa.

Tiratura - quantità di monete coniate;

Titolo - rapporto percentuale tra il peso della moneta e quello del metallo puro.

Zecca - azienda ed officina dove vengono coniate le monete.

Zigrinatura - serie di rigature parallele incise nel contorno di una moneta.

 

 

SCALA DELLO STATO DI CONSERVAZIONE DELLE MONETE

 

FS: Fondo Specchio, non indica uno stato di conservazione vero e proprio bensì una particolare tecnica di lavorazione, che permette la produzione di monete con fondi speculari mediante la lappatura dei tondelli prima della coniazione. In genere è riservato alle monete destinate ai collezionisti; spesso le parti in rilievo sono satinate.

FDC: Fior di Conio, moneta mai circolata e si trova nello stato in cui era uscita dal conio; quindi nessuna traccia di usura è visibile ed i rilievi delle figure presentano 10/10 di metallo; può avere difetti di conio e segni di contatto, anche sul bordo, dovuti alla produzione delle monete.

SPL: Splendida, moneta che ha circolato pochissimo e presenta leggere tracce di circolazione, e tutti i rilievi sono integri e nitidi (conservano da 8 a 9/10 di metallo); può avere dei colpetti sul bordo dovuti al contatto con altre monete.

BB: Bellissima, moneta che ha circolato in cui i rilievi maggiori presentano segni di usura (conservano 6, 7/10 di metallo), ciononostante la moneta è perfettamente leggibile ed intera.

MB: Molto Bella, moneta molto usurata, alcune parti non sono leggibili, i rilievi sono quasi scomparsi (conservano 4 o 5/10 di metallo)

M: Mediocre

B: Bella, moneta liscia e poco leggibile, in cui la maggioranza dei rilievi sono scomparsi (conservano 2 o 3/10 di metallo).

D: Discreta, moneta quasi completamente liscia seppur riconoscibile in cui i rilievi appena si intuiscono o con forti segni deturpanti.