Euro

  Logo EUROCOLLEZIONE.jpg

Euro

BREVE STORIA

 

 

La seconda serie di banconote in euro “Europa”

8 novembre 2012 La BCE annuncia l’introduzione a partire del 2013 di una seconda serie di banconote in euro, denominata “Europa”, in onore della principessa fenicia rapita da Zeus che in quell’occasione aveva assunto le sembianze di un toro. I nuovi biglietti verranno immessi in circolazione con gradualità nel corso di diversi anni, in ordine ascendente. La scala dei tagli rimane invariata, ovvero € 5, € 10, € 20, € 50, € 100, € 200 e € 500. Il primo sarà quello da € 5. L’incarico di rinnovare la veste grafica dei biglietti in euro è stato affidato a Reinhold Gerstetter, bozzettista indipendente che opera a Berlino.

 

10 gennaio 2013 Mario Draghi, Presidente della BCE, rivela l’aspetto del nuovo biglietto da € 5 in occasione di una cerimonia tenutasi il presso il Museo Archeologico di Francoforte sul Meno.

 

2 maggio 2013 La banconta da € 5 entra in circolazione in tutta l’area dell’euro.

 

13 gennaio 2014 Yves Mersch, membro del Comitato esecutivo della BCE, presenta la seconda banconota di questa serie, € 10, in una conferenza stampa a Francoforte sul Meno.

 

23 settembre 2014 La banconta da € 10 entrerà in circolazione in tutta l’area dell’euro.

Caratteristiche di sicurezza della nuova banconota

http://eurocollezione.altervista.org/_JPG_/_VARIE_/5euro_security_front.jpg

1 Filigrana con ritratto

GUARDA una banconota in controluce. Puoi osservare un’immagine sfumata con il ritratto di Europa, la cifra del valore e una finestra.

http://eurocollezione.altervista.org/_JPG_/_VARIE_/watermark.jpg

2 Ologramma con ritratto

MUOVI una banconota. La striscia argentata rivela il ritratto di Europa (identico a quello della filigrana). Sulla striscia puoi scorgere inoltre una finestra e la cifra del valore.

http://eurocollezione.altervista.org/_JPG_/_VARIE_/hologram_01.jpghttp://eurocollezione.altervista.org/_JPG_/_VARIE_/hologram_02.jpghttp://eurocollezione.altervista.org/_JPG_/_VARIE_/hologram_03.jpg

3 Numero verde smeraldo

MUOVI una banconota. La cifra brillante produce l’effetto di una luce che si sposta in senso verticale. La cifra inoltre cambia colore, passando dal verde smeraldo al blu scuro.

 http://eurocollezione.altervista.org/_JPG_/_VARIE_/emerald_number_01.jpg    http://eurocollezione.altervista.org/_JPG_/_VARIE_/emerald_number_02.jpg     http://eurocollezione.altervista.org/_JPG_/_VARIE_/emerald_number_03.jpg

4 Elementi stampati in rilievo

TOCCA una banconota. Sui margini destro e sinistro puoi percepire una serie di trattini in rilievo. Anche l’immagine principale, le iscrizioni e la cifra di grandi dimensioni indicante il valore sono stampate in rilievo.

http://eurocollezione.altervista.org/_JPG_/_VARIE_/print.jpg

5 Filo di sicurezza

GUARDA una banconota in controluce. Il filo di sicurezza appare come una linea scura su cui sono visibili il simbolo € e la cifra del valore in caratteri bianchi di piccole dimensioni.

http://eurocollezione.altervista.org/_JPG_/_VARIE_/thread.jpg

Altre caratteristiche

- il nome “euro” compare anche in cirilico (EBRO)

- nella mappa dell’Europa sono incluse anche Malta e Cipro

- la sigla della BCE compare in nove lingue, anziché nelle cinque attuali

 

http://eurocollezione.altervista.org/_JPG_/_VARIE_/BANCONOTE/Banconota_Italia_5_euro_a.jpg

 

http://eurocollezione.altervista.org/_JPG_/_VARIE_/BANCONOTE/Banconota_Italia_5_euro_b.jpg

 

 

http://eurocollezione.altervista.org/_JPG_/_VARIE_/BANCONOTE/Banconota_Italia_10_euro_a.jpg

 

http://eurocollezione.altervista.org/_JPG_/_VARIE_/BANCONOTE/Banconota_Italia_10_euro_b.jpg

 

La prima serie di banconote in euro

Il vincitore del concorso grafico per la realizzazione delle banconote in euro è l’artista austriaco Robert Kalina, grafico presso la Banca Nazionale Austriaca. I suoi disegni sono ispirati al tema "Età e stili d’Europa" e rappresentano sette diversi stili architettonici legati ad altrettanti periodi storici e culturali europei. Scala dei tagli: € 5, € 10, € 20, € 50, € 100, € 200 e € 500.

Stili Architettonici Raffigurati

Sul retro delle banconote sono raffigurati finestre e portali che simboleggiano lo spirito di apertura e di cooperazione tra i Paesi europei, mentre le 12 stelle dell’Unione europea simboleggiano il dinamismo e l’armonia dell’Europa contemporanea. Il verso delle banconote raffigura un ponte nello stile caratteristico dello stile architettonico cui si riferisce. Il ponte simboleggia la stretta cooperazione e comunicazione esistente tra i cittadini europei e tra l’Europa e il resto del mondo.

 

• 5 Euro - Faccia Anteriore (Fac-Simile) •

• 5 Euro - Faccia Posteriore (Fac-Simile) •

Misure: 120 x 62 mm  -  Colore: Grigio  -  Stile Architettonico: Classico (prima del V secolo)

 

• 10 Euro - Faccia Anteriore (Fac-Simile) •

• 10 Euro - Faccia Posteriore (Fac-Simile) •

Misure: 127 x 67 mm  -  Colore: Rosso  -  Stile Architettonico: Romanico (XI-XII secolo)

 

• 20 Euro - Faccia Anteriore (Fac-Simile) •

• 20 Euro - Faccia Posteriore (Fac-Simile) •

Misure: 133 x 72 mm  -  Colore: Blu  -  Stile Architettonico: Gotico (XIII-XIV secolo)

 

• 50 Euro - Faccia Anteriore (Fac-Simile) •

• 50 Euro - Faccia Posteriore (Fac-Simile) •

Misure: 140 x 77 mm - Colore: Arancione - Stile Architettonico: Rinascimento (XV-XVI secolo)

 

• 100 Euro - Faccia Anteriore (Fac-Simile) •

• 100 Euro - Faccia Posteriore (Fac-Simile) •

Misure 147 x 82 mm - Colore Verde - Stile Architettonico Barocco e Rococò XVII-XVIII secolo

 

• 200 Euro - Faccia Anteriore (Fac-Simile) •

• 200 Euro - Faccia Posteriore (Fac-Simile) •

Misure 153 x 82 mm - Colore Giallo-Marrone - Stile Architettonico Età dell’acciaio e del Vetro XIX-XX secolo

 

• 500 Euro - Faccia Anteriore (Fac-Simile) •

• 500 Euro - Faccia Posteriore (Fac-Simile) •

Misure: 160 x 82 mm  -  Colore: Viola  -  Stile Architettonico: Moderno (XX-XXI Secolo)

 

Caratteristiche e particolarità

Lettera identificativa della nazione: la prima lettera del numero di serie identifica la nazione che ha stampato la banconota. Le lettere sono state assegnate in ordine decrescente (cioè a partire dalla Z), attribuendole inizialmente agli stati membri prima dell'entrata in vigore dell'euro, secondo l'ordine alfabetico con cui compaiono i loro nomi nella loro lingua ufficiale. L'assegnazione è poi proseguita allo stesso modo per tutti gli altri stati che hanno adottato l'euro dopo il 2002.

Nazione

lettera

codice controllo

numero

lettera

Nazione

lettera

codice controllo

numero

lettera

AUSTRIA

N

3

24

# LETTONIA

C

5

(13)

BELGIO

Z

9

36

#LUSSEMBURGO

(R)

(8)

(28)

# CIPRO

(G)

(1)

(17)

# MALTA

(F)

(2)

(16)

*DANIMARCA

(W)

(3)

(33)

OLANDA

P

1

26

# ESTONIA

(D)

4

14

PORTOGALLO

M

4

23

FINLANDIA

L

5

22

* REGNO UNITO

(J)

(7)

(20)

FRANCIA

U

5

31

SLOVACCHIA

E

3

15

GERMANIA

X

2

34

# SLOVENIA

(H)

(9)

(18)

GRECIA

Y

1

35

SPAGNA

V

4

32

IRLANDA

T

6

30

* SVEZIA

(K)

(6)

(21)

ITALIA

S

7

29

(*) Paesi membri che non hanno ancora adottato l’euro

(#) Paesi che non stampano banconote, per cui le banconote circolanti in quel paese riportano la lettera di serie della nazione che l'ha stampata.

- Il numero che corrisponde alla lettera è pari a 10 + il suo valore alfabetico (11 per la A, fino a 36 per la lettera Z)

Regole per verificare la correttezza della numerazione:

- Regola del nove: si sostituisce la lettera con dei numeri stabiliti e si toglie l’ultimo numero a destra; la cifra così ottenuta viene divisa per 9; il resto si sottrae a 9 e dobbiamo avere lo stesso numero che avevamo tolto a destra.

Esempio:

X04940051213 -> 3404940051213

3404940051213 -> 340494005121

340494005121 : 9 = resto 6

9 – 6 = 3

- Regola della somma: le cifre seguenti la lettera vanno sommate assieme finché non resta una sola cifra. Questa deve essere uguale al codice di controllo della nazione corrispondente alla lettera.

 

Lettera stamperia: una lettera, collocata in una posizione variabile, permette di risalire alla stamperia presso la quale la banconota stessa è stata stampata. La lettera è seguita da un numero a tre cifre, che indica la lastra di stampa, e da una lettera e un numero che indicano la posizione della banconota nel foglio di stampa. Esempio: J003E3.

D

Setec Oy

Vantaa - FINLANDIA

E

F.C. Oberthur

Chantepie - FRANCIA

F

Oesterreichische Nationalbank

Vienna - AUSTRIA

G

Johan. Enschede Security Printing

Haarlem - OLANDA

H

De La Rue

Gatesheead - GRAN BRETAGNA

J

Banca d’Italia

Roma - ITALIA

K

Central Bank of Ireland

Dublino - IRLANDA

L

Banque d France

Chamalières - FRANCIA

M

Fabbrica Nacional de Moneda y Timbre

Madrid - SPAGNA

N

Bank of Greece

Atene - GRECIA

P

Giesecke & Devrient GmbH

Monaco di Baviera e Lipsia - GERMANIA

R

Bundesdruckerei GmbH

Berlino - GERMANIA

T

Banque Nazionale de Belique

Bruxelles - BELGIO

U

Valora

Carregado - PORTOGALLO

 

Firma del Governatore:

Wim Duisemberg dal 01/01/2002 al 30/10/2003

les_bi8

Jean-Claude Trichet dal 01/11/2003 al 17/03/2012

les_bi7

Mario Draghi dal 18/03/2012

http://eurocollezione.altervista.org/_JPG_/_VARIE_/draghi.jpg

 

Stampa: le banconote in euro sono state stampate su carta in fibre di cotone al 100%. Tutti i biglietti in euro hanno la stampa recto-verso in alto a sinistra: guardando normalmente una banconota si osservano dei segni incompleti; solamente in controluce compare per intero la cifra corrispondente al valore nominale grazie alla perfetta corrispondenza dei segni sul fronte e sul retro del biglietto. Inoltre tutte e sette le banconote hanno in comune filigrana e filo di sicurezza.

 

Filigrana - Viene ottenuta variando lo spessore della carta durante la lavorazione, è facilmente visibile in controluce e riproduce il disegno e il valore della banconota.

 

Filo di Sicurezza - Sempre in controluce, si può vedere un filo scuro che attraversa la banconota. Su questo filo si legge la parola euro e il valore della banconota stessa.

 

Caratteristica delle banconote da 5, 10, 20 euro - Striscia iridescente: inclinando la banconota sotto una fonte luminosa, la striscia appare brillante e di colore leggermente differente.

 

Caratteristica delle banconote da 50, 100, 200, 500 euro - Placchetta olografica: anzichè la striscia iridescente troviamo un quadrato dove, inclinando la banconota, è possibile osservare il valore nominale ed un'immagine.

 

Inchiostro otticamente variabile - Muovendo la banconota varia il colore, dal viola al verde oliva o al marrone, delle cifre del valore nominale della banconota.

 

 

 

 

euro-coins.info